La critica – Broken City « La Critica « Rassegna Stampa « cineMania

La critica – Broken City

VN:F [1.9.7_1111]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Autore: Roberto Escobar – Testata: L’espresso
(), ex poliziotto di Brooklyn con un passato non adamantino, si guadagna la vita spiando coniugi infedeli. E per spiare la moglie Kathleen (Catherine Zeta-Jones) lo ingaggia il corrotto e potente sindaco Hostetler (). Naturalmente, come vuole il genere noir, niente è come sembra. Con qualche ingenuità e qualche complessità di scrittura, ma qua e là con il gusto del buon cinema antico.

Autore: Roberto Nepoti – Testata:
I critici americani non sono stati teneri con Russell Crowe osservando che, almeno, questa volta (il riferimento è ai Misérables) non canta. Tutto il resto, però, lo fa: si chiama Hostetler ed è un sindaco di New York corrotto e corruttore, implicato in affari con la malavita durante una controversa campagna elettorale. Commette il suo errore fatale quando offre a Billy Taggart, ex-poliziotto in disgrazia riciclatosi in detective privato, la somma di 50 mila dollari per provare (anticipando i giornali) le infedeltà coniugali della moglie; la quale, ovviamente, se la fa con uno di parte avversa. Billy scopre molto d’altro, però, incluse cospirazioni politiche e speculazioni immobiliari. Così, tra il sindaco disonesto e piacione e il poliziotto proletario è guerra. Intrigo da “scuola dei duri” alla Dashiell Hammett (funzionari corrotti, marciume, donne fatali…), più una quota di Chinatown, il film di uno dei gemelli detti è un intricato labirinto di sottotrame. Cosa non nuova per il genere noir, ma qui particolarmente pasticciata per via di una sceneggiatura sovrascritta e confusa.

Autore: Maurizio Porro – Testata: Il corriere della sera
svela la cronaca di una città corrotta, ma con uno stile da vecchio poliziesco, elegante per vetrate, panorami e pistole, ricco di colpi di scena dove tutti sono collusi con tutti (…)

Autore: Alessandra Levantesi Kezich – Testata:
La sceneggiatura di Brian Tucker è lacunosa – una figura di sindaco così sarebbe credibile in un film anni ’30, non certo oggi – e Allen Hughes, che stavolta firma solo senza il fratello Albert, è uno di quei registi che cercano l’effetto torbido e pesante, e tuttavia restano in superficie.

Autore: Francesco Alò – Testata: Il Messaggero
Allen confeziona un feroce intrattenimento, colmo di cliché ma dannatamente godibile come poliziesco a sfondo morale.

Autore: Justin Chang – Testata: Variety
Broken City è un titolo evocativo e troppo ambizioso per un film così così.

Autore: – Testata:
Avrebbe fatto bella figura come film noir 60 anni fa, ma risulta un po ‘artificioso e incredibile nella cornice della New York contemporanea.

Autore: Dario Zonta – Testata: l’Unità
L’ennesimo film di genere politico-investigativo che oggi ci irrita più di ieri, causa esasperazione elettorale!

Autore: Massimo Bertarelli – Testata: il Giornale
Tambureggiante, ma anche ingarbugliato poliziesco, ambientato in una correttissima New York (…) Il ritmo c’è, peccato che la storia, con sanguinoso antefatto, abbia troppi passaggi a vuoto. Russel Crowe, pettinato alla gagà, è la caricatura del cattivo.

VN:F [1.9.7_1111]
Regia
Trama
Cast
Fotografia
Ritmo
Tensione
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Articoli correlati

Lascia un Commento

I miei Badges

Devi effettuare il login per vedere i premi vinti

Chi è Online

Al momento non ci sono utenti online

Polls


Vota il miglior film sui SUPEREROI

Risultati

Loading ... Loading ...
febbraio: 2013
L M M G V S D
« gen   mar »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728