Broken City « Gallery « cineMania

Broken City

VN:F [1.9.7_1111]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

[, USA 2013, Thriller, durata 109'] Regia di Allen Hughes
Con Mark Wahlberg, , Catherine Zeta-Jones, , , , , , ,

In una New York corrotta e degradata un ex poliziotto (Mark Wahlberg) viene assunto dal sindaco (Russell Crowe) per scoprire l’uomo che va a letto con sua moglie (Catherine Zeta-Jones). Il detective trova l’uomo in questione, morto, e inizia a indagare su un contesto più ampio che coinvolge il sindaco stesso. Dopo aver scoperto di essere stato ingannato da quest’ultimo cercherà una improbabile vendetta per trovarsi sempre più invischiato in una vicenda torbida e criminale.

VN:F [1.9.7_1111]
Regia
Trama
Cast
Fotografia
Ritmo
Tensione
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Articoli correlati

Una recensione su Broken City

  • Avatar di cineMania
    cineMania scrive:

    Corruzione e politica. Senza saremmo in un mondo utopico, come quello immaginato dall’umanista e scrittore Thomas More. Eppure Allen Hughes – fratello gemello di Albert, con cui ha diretto nel 2001 From Hell: La vera storia di Jack lo Squartatore – ci pone di fronte all’uovo di Colombo, svelandoci nel suo assolo Broken City quanto la corruzione, in una grande città come New York City, sia all’ordine del giorno nelle alte sfere della politica. L’orrore, l’orrore, l’orrore. Perdonate la citazione parodistica del colonnello Kurtz in Apocalypse Now (o di “Cuore di Tenebra” di Joseph Conrad, a vostro piacimento), c’è addirittura il rischio di elevare concetti al limite del terra terra.

    Non c’è nulla che convince in questo Broken City: la pellicola si traveste da thriller, facendo leva su un apparato narrativo fitto di trame e di personaggi che continuano a slegarsi tra loro, lasciando allo spettatore solo un gran mal di testa. Al limite della sopportabilità il protagonista Mark Wahlberg, attore monolitico quanto inespressivo, che trascina la pellicola in un soporifero e sconclusionato accavallamento di eventi. Senza infamia e senza lode, la presunta femme fatale Catherine Zeta Jones (moglie del sindaco), pronta a tradire come Giuda Iscariota il marito potente e avido. Nel parterre di attori, l’unico che davvero risulta degno di nota è l’appesantito Russell Crowe, imbonitore e calcolatore come ogni buon (?) politico che si rispetti.

    In un film che lascia a bocca asciutta sotto diversi punti di vista, l’unico grande elemento di pregio è la curata fotografia di New York in notturna: incantevoli skyline che restituiscono la potenza e, al tempo stesso, la fragilità di una metropoli come la Grande Mela, che sonnecchia sulle acque incurante della spietata corruzione a cui è inevitabilmente soggetta. Ma non basta una bella fotografia – già assaporata in pellicole come From Hell e Codice: Genesi – ad arricchire un film che è fallace in partenza: Broken City grida allo scandalo sull’ovvietà, vorrebbe condurre lo spettatore a riflettere su concetti come redenzione e politica corrotta, eppure si accartoccia su se stessa, travolta da fitte trame e sotto-trame che finiscono solo per appesantirne il ritmo.
    Perdibile.

    (di Fabrizia Malgieri)

    Fonte:
    http://www.storiadeifilm.it/thriller/thriller/allen_hughes-broken_city%28mmett_furla_films_black_bear_pictures_1984_private_defense_contractors_envision_entertainment_corporation_new_regency_pictures_valentina_films-2013%29.html

    Questo testo è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate da http://www.storiadeifilm.it
    http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/

Lascia un Commento

I miei Badges

Devi effettuare il login per vedere i premi vinti

Chi è Online

Al momento non ci sono utenti online

Polls


Vota il miglior film WESTERN

Risultati

Loading ... Loading ...
febbraio: 2013
L M M G V S D
« gen   mar »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728