Il cecchino, I Placido e Argentero presentano il film a Roma 2012 « « cineMania

Il cecchino, I Placido e Argentero presentano il film a Roma 2012

VN:F [1.9.7_1111]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Clicca qui per andare alla fonte di questo articolo.

(Roma)Ci sono ancora tante storie che in Italia vanno raccontate, sarebbe un dovere farlo. Negli ultimi anni c‘è stata una sorta di autocensura degli autori forse perche’ aspettano dei segnali anche loro per entrare di piu’ nelle vicende del Paese”.

Esordisce così Michele Placido questa mattina durante la presentazione stampa di Il cecchino, produzione italofrancese che si avvale della presenza nel cast oltre ad suoi amati Violante Placido e Luca Argentero, di Daniel Auteil e Mathieu Kassovitz.

Il Capitano Mattei (Auteuil) sta per arrestare una famigerata banda di rapinatori di banche, quando un cecchino appostato sul tetto di un edificio (Kassovitz) spara contro i poliziotti, per permettere ai suoi complici di fuggire. In seguito al grave ferimento di uno di loro, i rapinatori si ritrovano costretti a cambiare i propri piani, rifugiandosi presso lo studio di un medico corrotto (Olivier Gourmet) e rimandando in questo modo la spartizione della refurtiva. Mentre il capitano Mattei organizza una feroce caccia all’uomo, per ognuno dei criminali inizia la discesa all’inferno…

Sette anni dopo il bellissimo Romanzo Criminale, Placido torna al cinema ‘action’.

Come si è approcciato a questo film, che potremmo definire di genere? “ Io non mi ritengo un ‘autore’, sono un semplice professionista. Sono stato contattato dalla produzione francese, che aveva già pronta la sceneggiatura. Io non ho fatto nulla, mi sono limitato a dirigere il cast come faccio di solito, secondo le mie emozioni”.

E’ un film con un alta morale…” L’ho scelto perché era un film che è vicino al tipo di cinema che mi piace. E’ stata una bella esperienza”.

Si sente un regista migrante? “ No, no assolutamente, io credo che in Italia ci siano ancora molte storie da raccontare, soprattutto nel momento politico che stiamo vivendo. Io per esempio farei volentieri un film su Dell’Utri. Penso che il cinema dovrebbe avere sempre mandato di raccontare il momento storico che si vive, la storia civile del nostro paese. Gli americani un film su Dell’Utri lo avrebbero già fatto”.

Per Luca Argentero e Violante Placido come è stato tornare a lavorare con Michele? “ La chiamata di Placido è una chiamata alle armi – risponde Argentero – io non sono più lo stesso attore da quando ho lavorato ne Il grande sogno e ne sono felice. Quando giro con lui, lo faccio sapendo che ne uscirò diverso e per un attore è una cosa bellissima. Gli avrei detto di sì anche se mi avesse proposto il ruolo di un armeno in una sceneggiatura incomprensibile. Poi ecco, a chi non piacerebbe fare un ruolo d’azione dove si spara e tutto il resto. E’ stata un’esperienza esaltante, con un cast meraviglioso. Oltre ad Auteil e Kassovitz, che sono citati più spesso, ci sono tantissimi bravi attori”. “ Questo è un film al maschile dove i ruoli femminili sono piccoli, ma ben curati – aggiunge Violante – per me è stato molto bello lavorare con altri straordinari attori, confrontarmi per la prima volta con il cinema francese e lavorare con Daniel Auteuil e Mathieu Kassovitz, con loro ho girato solo poche scene ma mi è rimasto qualcosa di molto costruttivo dentro”.

State pensando di dedicarvi al cinema estero? “No non solo – dice Argentero – in un momento in cui lavorare è un lusso, io sono felice di qualsiasi proposta”.

Il cecchino, co- produzione italo-francese potrebbe rappresentare una sorta di apertura del cinema italiano verso l’esterno? “Si sarebbe bello – dice Michele Placido – io stesso ho già diversi progetti in cantiere che mi piacerebbe proporre ad alcuni produttori francesi”. “Questo è stato un film molto impegnativo – conclude Paolo Del Brocco – per il quale è servita una compagine produttiva non indifferente. In Italia il problema è che non si producono da anni film di genere, forse perché da parte del pubblico non c’è attenzione verso prodotti meno commerciali. Dobbiamo lavorare innanzitutto per riconquistare il pubblico in un momento in cui il film d’autore sta scomparendo in favore di una commedia ipersfruttata”.



Clicca qui per andare alla fonte di questo articolo.

VN:F [1.9.7_1111]
Regia
Trama
Cast
Fotografia
Ritmo
Tensione
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Articoli correlati

Gli articoli di questa categoria non si possono commentare.

I miei Badges

Devi effettuare il login per vedere i premi vinti

Chi è Online

Al momento non ci sono utenti online

Polls


Vota il miglior film MUSICALE

Risultati

Loading ... Loading ...
novembre: 2012
L M M G V S D
« ott   dic »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930